E’ strano pensare che, più di una foto, sia una pietanza a ricordarti una persona.

Il 2 gennaio gli anni passati senza avere accanto il mio papà sono diventati 18, decisamente di più rispetto a quelli che l’ho vissuto.

Il 2 gennaio erano anche circa 15 anni da quando ho mangiato per l’ultima volta i carciofi fritti.

Il mio papà li adorava. A detta di mia madre non ne poteva cucinare tanti affinché gli bastassero.

Io però avevo dimenticato il loro sapore, non sapevo più se mi piacessero o no.

Credo anche di aver, involontariamente, ferito mia mamma chiedendo di farli e ripetendole incessantemente di farli “come piacevano a papà”.

A volte ho l’impressione che tutto sfugga tra le dita come sabbia. Il suo volto, la sua voce, la sensazione dei suoi abbracci.

Scusa mamma, ma avevo bisogno di riviverlo, di attaccarmi a questi scampoli di ricordi, a queste sensazioni effimere.

 

carciofi

 

Carciofi fritti

Un piatto che mi ricorda mio padre. Una ricetta semplice e dai sapori netti. Un piatto del cuore.
Portata Appetizer
Cucina Italian
Preparazione 20 minuti
Cottura 5 minuti
Tempo totale 25 minuti
Porzioni 3
Chef cookinginrosa

Ingredienti

  • 200 gr carciofi già mondati
  • 3 uova
  • 3 cucchiai di farina 00
  • 1 cucchiaio di Parmigiano Reggiano grattugiato
  • 2 cucchiai di latte
  • q.b. sale e pepe
  • q.b. olio di semi per frittura
  • 1 limone

Istruzioni

  • Preparate una bacinella con abbondante acqua fredda a cui aggiungerete il succo di un limone.
    Mondate i carciofi eliminando le foglie esterne più dure. (FOTO 1)
  • Arrivati al cuore del carciofo (FOTO 2) tagliatelo a metà ed eliminate con un coltellino l'eventuale barbetta.
  • Affettate sottilmente i carciofi e immergeteli nell'acqua acidulata. (FOTO 3)
    Lasciate i carciofi nell'acqua fino al momento di aggiungerli alla pastella.

Preparate una pastella mescolando le uova, la farina, il formaggio, il latte, il sale ed il pepe. Mescolate bene per evitare la formazione di grumi di farina. Versate l'olio di semi, deve essere abbondante, in una piccola casseruola dai bordi alti e portatelo alla temperatura di 150°C. Sgocciolate dall'acqua i carciofi e tuffateli nella pastella. Friggete i carciofi finché risulteranno ben dorati.

    FOTO 1

     

    FOTO 2

     

    FOTO 3

    Aggrappatevi ad ogni singolo ricordo, che sia un profumo, un oggetto o un piatto di carciofi fritti.

     

     

    carciofi

     

    carciofi fritti di papà @cookinginrosa

     

     

     

    Carciofi fritti di papà: il cibo è memoria
    5 (100%) 1 vote[s]