graffe napoletane

Graffe napoletane senza patate

Le graffe napoletane senza patate (chiamate zeppole ad Avellino) sono uno dei dolci da passeggio più famosi della regione.

Rigorosamente fritte, sono anche protagoniste del periodo di Carnevale ma, penso di poter affermare tranquillamente che si mangiano tutto l’anno grazie ai numerosi chioschi e le grafferie che le vendono.

Esistono due tipi di graffe: con e senza patate.

Di quelle con le patate vi parlerò in un prossimo post scrivendovi la ricetta di un pasticciere bravissimo.

Delle graffe senza patate vi scrivo ora la ricetta della mia famiglia.

 

graffe napoletane senza patate

 

Graffe napoletane senza patate

Course Dessert
Cuisine Italian
Author cookinginrosa

Ingredients

  • 150 ml latte temp. ambiente
  • 100 ml acqua
  • 250 gr farina tipo manitoba
  • 250 gr farina 00
  • 1 uovo
  • 10 gr lievito di birra
  • 10 gr sale fino
  • 50 gr burro morbido
  • 30 gr zucchero semolato
  • scorza di un limone e di 1 arancia grattugiata
  • 1 lt olio di semi di girasole per la frittura
  • zucchero semolato per lo spolvero finale

Instructions

  • Nella planetaria con gancio k o in una ciotola mettete il latte, l'acqua, lo zucchero, il lievito sbriciolato e mescolate. Aggiungete l’uovo leggermente sbattuto e le bucce finemente grattugiate degli agrumi. Cambiate il gancio k con quello ad uncino ed unite un po’ per volta le farine setacciate.
  • Quando la farina è stata assorbita e l'impasto incordato, unite poco per volta il burro morbido fino a che l'impasto lo abbia ben assorbito e si stacchi dalla ciotola. Spostate l'impasto in una ciotola unta con un poco d’olio di semi, coprite con la pellicola alimentare e fate lievitare fino al raddoppio.
  • Quando l’impasto è raddoppiato, sgonfiatelo con le mani, ponetelo sul piano di lavoro leggermente infarinato e stendetelo ad uno spessore di 1,5 cm. Ricavate dei bastoncini di impasto lunghi circa 20 cm e ripiegateli come in foto.
    graffe napoletane
  • Posizionate le graffe ben distanziate su una teglia rivestita di carta forno, coprite con la pellicola e fate lievitare fino al raddoppio.
  • Friggete le graffe napoletane in abbondante olio portato a 165°C rigirandole ogni 30 secondi fino ad ottenere una doratura uniforme, Dopo passatele nello zucchero semolato e servitele calde.

Io preferisco mangiare le graffe cosparse, come tradizione vuole, con del semplice zucchero semolato.

Molti preferiscono farcirle con creme alla nocciola o napparle con cioccolato fuso.

Sono sempre buone!

 

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Recipe Rating




Loading Facebook Comments ...