chiacchiere

Se ogni fritto vale 2: le chiacchiere

Ancora in tempo per scrivere del Carnevale, ancora in tempo per friggere le chiacchiere.

Prepararle  è davvero facile e, se seguirete qualche mio piccolo consiglio, le vostre chiacchiere riusciranno bolliciose, leggere e fragranti.

La ricetta che leggerete a breve è quella che si tramanda tra le donne della mia famiglia da un bel pò di tempo, ormai.

Prima o poi proverò quella di qualche grande maestro della pasticceria, per curiosità, ma saprò sempre di avere la ricetta perfetta già tra le mie mani.

Il Carnevale da noi in Campania è sinonimo di abbondanza.

L’ultima (si fa per dire, oramai) abbuffata prima del periodo quaresimale (un pò tristarello, si sa).

I dolci rigorosamente fritti, tranne il migliaccio napoletano.

La lasagna alla napoletana ricchissima di polpettine, ricotta, uova, un buon sugo di pomodoro e la sfoglia riccia non all’uovo ma di grano duro!

Le feste, si sa, nella mia regione sono celebrate spesso e soprattutto a tavola.

 

 
chiacchiere

Ingredienti:

250 gr di farina 00

2 uova medie

20 gr di zucchero

30 ml di vino bianco secco

5 gr di sale fino

1 cucchiaio di olio evo (circa 10 gr)

Scorza grattugiata di un limone

—–

Zucchero a velo vanigliato q.b.

Olio di arachidi per la frittura

 
chiacchiere
Procedimento:

Inserire tutti gli ingredienti nella ciotola di una planetaria ed impastare fino ad ottenere un panetto liscio e morbido.

Avvolgere nella pellicola e far riposare in un posticino fresco per 1 ora circa.

Stendere l’impasto con la nonna papera e ripiegarlo per 3 volte man mano che si assottiglia l’impasto fino ad arrivare al numero 1, o comunque all’ultima tacca.

Ritagliare con un taglia pasta della misura desiderata, intagliando anche al centro e intrecciando l’impasto, se vi va.

Friggere nell’olio caldo a 176°C rigirando le chiacchiere ogni 10 secondi finché sono belle dorate.

Far asciugare su della carta assorbente e quando fredde cospargere di zucchero a velo.

 

chiacchiere
 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Loading Facebook Comments ...