millefoglie con crema diplomatica

Millefoglie con crema diplomatica e lamponi

La millefoglie con crema diplomatica e lamponi è un dolce molto classico.

All’apparenza semplice ma immagino lo sia solo per chi acquista la pasta sfoglia già pronta.

Se poi avete una ricetta rodata di crema pasticciera è fatta.

Aggiungete una parte di panna montata e la crema diplomatica è pronta.

Perché mi ha preoccupato tanto fare questo dolce?

Perché la pasta sfoglia ho deciso di farla da me.

Doveva essere quella bella sfogliata, caramellata fino al centro, che sembra riuscire tanto bene a quei pasticcieri francesi (che sono anche quasi tutti belli).

Fare una pasta sfoglia così richiede una certa dose di tecnica che non sono sicura di avere.

Così ho usato un trucco. Una furbata.

Mi è venuto in soccorso il mio programma di cucina preferito, Masterchef Australia, nelle vesti della concorrente Poh Ling Yeow.

Durante una Masterclass ha dato una ricetta di pasta sfoglia veloce e facile che non prevede l’incasso del burro nel pastello e lunghi tempi di riposo tra una laminazione e l’altra.

Sarà stato un mix tra la proverbiale fortuna del principiante e la minuziosa spiegazione di Poh ma mi è venuta al primo colpo.

Giudicate voi il risultato!

 

Millefoglie con crema diplomatica e lamponi

 

Millefoglie con crema diplomatica e lamponi

Course Dessert
Keyword crema diplomatica, lamponi, millefoglie, pasta sfoglia

Ingredients

  • Per la pasta sfoglia veloce
  • 250 gr farina 00
  • 5 gr sale fino
  • 250 gr burro tagliato a cubetti piccoli
  • 125 ml acqua molto molto fredda
  • Per la crema diplomatica
  • 3 tuorli d'uovo
  • 20 gr amido di mais
  • 200 gr latte intero
  • 45 gr zucchero semolato
  • 7 gr gelatina in fogli
  • 250 gr panna fresca liquida
  • 1 cucchiaino estratto di vaniglia
  • lamponi freschi q.b.

Instructions

  • Mescolate farina e sale. Aggiungete i cubetti di burro e mescolate lasciandoli intatti. Aggiungete l'acqua. Usando un movimento circolare, raccogliete delicatamente gli ingredienti in una massa ruvida. È un buon segno se alcune parti risultano essere piuttosto friabili e non perfettamente amalgamate. Modellate l'impasto in un quadrato dall'aspetto "ruvido", coprite con della pellicola trasparente e conservate in frigorifero per 20 minuti.
  • Spolverate una superficie di lavoro con della farina, quindi stendete la pasta in un rettangolo 3 volte più lungo di quanto sia largo (circa 39 cm x 13 cm). La pasta dovrebbe apparire marmorizzata all'inizio e non perfettamente amalgamata, ma si sistemerà nel corso delle laminazioni. Piegate un'estremità del rettangolo di pasta verso il centro, quindi piegate l'altra estremità a coprire (una classica piega a tre). Ruotate la pasta in modo che gli strati siano rivolti verso di voi. Ripetete questo processo di laminazione altre 3 volte senza riposo in frigo. Se la vostra pasta sta diventando molle, coprite immediatamente con la pellicola e riponetela in frigorifero per 20 minuti. È importante non lasciare che il burro diventi troppo morbido perché così verrà assorbito troppo facilmente dall'impasto e gli strati di pasta sfoglia non si separeranno bene durante la cottura. Dopo aver completato la laminazione, avvolgete nuovamente la pasta nella pellicola per alimenti e conservate in frigorifero per almeno 1 ora prima dell'uso.
  • Per cuocere la sfoglia, preriscaldate il vostro forno a 210 ° C, se ventilato va bene a 190° C. Stendete la pasta su una superficie di lavoro leggermente infarinata in un rettangolo con uno spessore di 4 mm. Posizionate con cura su una grande teglia foderata di carta da forno. Posizionate un altro foglio di carta da forno sopra la sfoglia e appesantite con un'altra teglia. Mettete sopra un oggetto pesante come una casseruola, in modo da evitare la lievitazione della pasta ed ottenere così degli strati croccanti super sottili. Cuocete per circa 12 minuti, quindi riducete la potenza a 190 ° C (se ventilato 170° C) e cuocete per altri 20 minuti o fino ad un colore marrone dorato intenso. Controllate la cottura ogni 7 minuti, ogni forno va da sé. Quando la sfoglia è cotta, usando un grosso coltello affilato, tagliate la pasta in rettangoli di 4 cm x 8 cm. È importante tagliare facendo scorrere il coltello da un'estremità all'altra del foglio (piuttosto che pressando il coltello verso il basso).
  • Preparate in freezer una ciotola ampia piena di cubetti di ghiaccio. Mettete la gelatina a mollo in acqua fredda. Versate in un tegame il latte e scaldate fino a che non avrà raggiunto il bollore. Nel frattempo in un altro tegame versate i tuorli, lo zucchero, l'amido di mais e mescolate fino ad ottenere un composto omogeneo. Quando il latte inizierà a bollire versatene 1/3 nel composto di tuorli e mescolate velocemente. Versate il latte rimasto mescolando di continuo ed aggiungete l'estratto di vaniglia. Riportate sul fuoco la crema mescolandola in continuazione fino a che non si sarà addensata. Versate la crema in una ciotola che entra facilmente in quella piena di ghiaccio. Strizzate la gelatina, aggiungetela alla crema e mescolate velocemente. La ciotola sottostante con il ghiaccio e l'azione continua di mescolamento aiuterà a far raffreddare la crema in fretta. Una volta fredda coprite la crema pasticciera con della pellicola e mettetela in frigo fino al completo raffreddamento.
  • Montate la panna fredda di frigo fino a che risulti parzialmente montata. Non deve essere a neve ferma. Riprendete dal frigo la crema pasticciera ed aggiungetevi 1/3 della panna mescolando velocemente il composto. Aggiungete il resto della panna in due volte. Coprite la crema diplomatica con della pellicola alimentare e fatela riposare in frigo per un paio d'ore.
  • Componete la millefoglie alternando ad uno strato di pasta sfoglia uno di crema diplomatica e dei lamponi freschi. Conservate i lamponi più belli per la decorazione finale. Potete farcire alcuni lamponi con la crema diplomatica, proprio come ho fatto io.

Che ne dite di questa millefoglie con crema diplomatica e lamponi?

A me è piaciuta molto e spero piacerà anche a chi, tra voi, sceglierà di replicarla.

 

 

 

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Recipe Rating




Loading Facebook Comments ...